continua a fare acquisti

Il tuo carrello (0)

Il carrello è vuoto.

Plus £0.00 estimated for standard delivery.
Exact Shipping & taxes calculated at checkout.

Sperone calcaneare: cause, sintomi e rimedi

Cos’è lo sperone calcaneare, quali sono le cause, come riconoscerlo e trattarlo? Scopri le informazioni di cui hai bisogno nel nostro approfondimento.

Sperone Calcaneare: Cause, Sintomi, Rimedi | Espertodelpiede.it

Quando si parla di sperone calcaneare, ci si riferisce ad un’infiammazione del tallone provocata da una deformazione del tessuto osseo vicino al calcagno, motivo per cui potrà esserti capitato di sentirne parlare anche come sperone osseo o sperone al calcagno.

Per essere più specifici, si tratta di un’esostosi, cioè una formazione benigna di tessuto osseo, che potrebbe essere provocata da altre patologie del piede ormai cronicizzate, come la fascite plantare o il tendine d’Achille (da non confondere con la tallonite).
Con il cronicizzarsi di queste patologie infatti, si potrebbero formare dei depositi di calcio che vanno ad accumularsi creando una protuberanza anche molto dolorosa. Il soggetto interessato può sperimentare infatti una serie di fitte dolorose al tallone che rendono molto difficile la deambulazione.

Per curare lo sperone calcaneare, dopo essersi sottoposti ad un controllo medico, si possono intraprendere una serie di trattamenti: dall’assunzione di farmaci, all’utilizzo di determinati strumenti fisioterapici fino ad arrivare agli interventi chirurgici.

Si tratta di una patologia piuttosto diffusa nella popolazione e tende ad insorgere soprattutto in età avanzata e anche chi soffre di obesità o presenta delle patologie o deformazioni del piede può rientrare nei soggetti più a rischio.

Scopri con l’Esperto del Piede i sintomi e le cause dello sperone al piede.

Cos'è lo sperone calcaneare

Cos'è lo Sperone Calcaneare | Espertodelpiede.it

Con il termine sperone calcaneare si intende una calcificazione ossea dovuta all’accumularsi di sali di calcio vicino all’area del tallone in risposta ai traumi causati da una sollecitazione prolungata della fascia plantare.
Tale condizione tende ad aggravarsi col tempo, provocando infiammazione e dolore, motivo per cui, se non trattato in tempo, lo sperone al tallone può provocare complicazioni anche severe e difficoltà persino ad appoggiare il piede.

Il modo migliore per risolvere il problema è rivolgersi a uno specialista, in modo da capire le cause all’origine dell’insorgenza e dunque definire il trattamento da intraprendere.
Come vedremo, tra le cause di questa patologia troviamo la conformazione del piede, uno stiramento della pianta, l’utilizzo di calzature inadeguate o una postura scorretta.

Quali sono i sintomi dello sperone calcaneare?

I sintomi dello sperone calcaneare sono diversi: soprattutto nelle fasi iniziali potrebbe essere asintomatico, ma più generalmente tende a manifestarsi come una fitta lancinante che parte dal tallone e si dirama lungo la pianta del piede, oppure si può manifestare come un dolore continuo e crescente al tallone durante la deambulazione.
Se questa infiammazione si estende fino a coinvolgere anche i muscoli, si potrebbero percepire delle pulsazioni o una sensazione di calore al tatto.

Il dolore che si prova se si soffre di questa patologia è intenso ed è solitamente circoscritto ad un’area precisa (quella del tallone).
L’intensità delle fitte può acuirsi soprattutto se si pratica attività sportiva, mentre tende a diminuire quando si sta a riposo (e a ripresentarsi quando si riprende il movimento).
Se a riposo o durante le attività quotidiane si percepisce quindi un dolore acuto e toccando la zona del tallone questa sembra pulsare, allora potrebbe trattarsi di sperone calcaneare.

Come abbiamo accennato in precedenza, se non trattato per tempo, lo sperone al tallone può dare luogo a una serie di complicazioni che impediscono persino di camminare o di compiere gesti semplici come infilarsi le scarpe.

Se il dolore non diminuisce neanche quando si è a riposo, questo potrebbe essere sintomatico della degenerazione dello sperone calcaneare che può provocare infiammazioni anche a zone diverse da quella del calcagno, arrivando a causare problemi a schiena e articolazioni.

Quali sono le cause dello sperone calcaneare?

Le cause dello sperone calcaneare sono molteplici e possono essere dovute al progredire di altre condizioni mediche che interessano non solo il piede, ma anche altre parti del corpo.
Queste patologie sono correlate a infiammazioni dei tessuti (come la fascite o la tendinite), oppure a una conformazione anatomica del piede (come il soffrire di piedi piatti o piedi cavi), oppure a traumi continui a cui la pianta e il tallone vengono sottoposti.
Fra le cause compaiono poi malattie metaboliche, come il diabete, o malattie infiammatorie croniche (come l’artrite reumatoide).
Inoltre, anche utilizzare scarpe troppo strette o inadatte alle attività quotidiane contribuisce ad aumentare il rischio che il piede venga sottoposto a eccessive sollecitazioni e a una cattiva distribuzione del peso fino a dare luogo alla formazione di accumuli di sali di calcio che danno forma allo sperone calcaneare.
Ricapitolando, le cause di questa condizione medica possono essere:
infiammazioni del piede e delle zone limitrofe;

  • patologie metaboliche;
  • malattie infiammatorie croniche;
  • particolari conformazioni anatomiche del piede;
  • una postura scorretta e l’utilizzo continuo di scarpe strette o inadatte.

Quali sono i trattamenti e i rimedi per lo sperone calcaneare?

Per evitare che l’infiammazione dovuta allo sperone calcaneare degeneri, questa patologia deve essere curata per tempo ed è importante rivolgersi ad uno specialista, anche considerando il fatto che come abbiamo visto, potrebbe essere a sua volta sintomatica di altre condizioni, come diabete, obesità, essere in sovrappeso, avere piedi piatti o cavi.
Se si aspetta troppo, c’è il rischio che la malattia degeneri progressivamente fino a diventare cronica, comportando così la necessità di sottoporsi a numerose procedure mediche per risolvere la situazione.
Per la diagnosi, solitamente è necessario sottoporsi a una radiografia che permetterà allo specialista di verificare la presenza o meno di una calcificazione ossea nella zona tallonare.
In base all’entità del dolore e alla severità del disturbo, tra i trattamenti per curare lo sperone calcaneare troviamo:

  • l’utilizzo di plantari ortopedici;
  • terapie correttive per postura e camminata;
  • esercizi di stretching (sempre consigliati da uno specialista);
  • trattamenti fisioterapici;
  • assunzione di farmaci antinfiammatori;
  • infiltrazioni cortisoniche;
  • intervento chirurgico.


Ci sono alcuni accorgimenti da adottare per prevenire il disturbo? Indossare scarpe comode è il primo rimedio preventivo, in quanto scarpe della giusta misura, adatte alla conformazione anatomica del proprio piede, consentono di scaricare uniformemente il peso del corpo che ricadrebbe altrimenti sul tallone.

Inoltre, servirsi di plantari a supporto dell’arco plantare se si hanno piedi piatti o di plantari ad hoc per allievare il dolore al tallone, e infine dotarsi di appositi cerotti anticallosità, tutti questi accorgimenti possono essere d’aiuto per dare supporto al piede, attenuando la sensazione di dolore ed evitando così di assumere posizioni scorrette e sottoporre il tallone ad ulteriore stress.

Ora che conosci le informazioni sullo sperone calcaneare, continua a navigare su Espertodelpiede.it per scoprire gli altri consigli per affrontare il dolore ai piedi e trovare risposta a tanti quesiti riguardanti le cause più comuni del mal di piedi.

Articoli Correlati

Ricerche correlate: